mercoledì, dicembre 22, 2010

Mi stupisce la Arcuri, e mi stupisce l'assenza di comunicazione...

Se ne è fatto un gran parlare sulla rete e da qualche giorno anche sulle reti tv e sui giornali.
E' di oggi l'articolo di Aldo Grasso dal titolo: Lo spot super kitsch della Arcuri Capolavoro di promozione libraria
Ci troviamo di fronte a un capolavoro assoluto e impossibile di bellezza e inespressività, un esempio involontario di kitsch, di camp e di trash, un brutto non intenzionale ma che poggia sul candore con cui è stato messo in opera l'artificio.
Qui, i pubblicitari (ma son stati chiamati in causa dei pubblicitari per realizzare questo spot?) hanno inventato un copy fantastico, al limite del paradossale...

Ma sarà lo stesso Alfonso Luigi Marra a difendere lo spot
«A coloro che, in questa cultura degli orifizi e delle strullate, si sperticano a definire lo spot di Arcuri il più brutto possibile, si può solo rispondere che la gelosia è il più umano dei sentimenti». Il cammino della nostra civiltà passa anche per «la cultura degli orifizi»
Nel frattampo si sprecano gli Spoof, primo fra tutti quello di UserFarm TheBlogTV


oppure più leggeri, come questo di CarloPavanOC

Aggiornamenti da Comunitàzione.it