giovedì, novembre 10, 2011

I nuovi spot microsoft

C'è qualcosa di geniale, quando riesci a dimostrare l'utilità del tuo prodotto con poesia.

correlato su Youtube, canale ufficiale di Microsoft di spiegazione, per gli altri bambini, su come fare altrettanto :)



Lo stesso discorso vale per questa pubblicità

e quindi la spiegazione.


Microsft sta lavorando in modo coerente.

martedì, settembre 13, 2011

Il travestimento, i travestiti e i trav. Corto di Alberto D'Onofrio per il Mobile Festival

La tecnologia ormai mette a disposizione dei veri gioiellini...
E i telefoni cellulari sono in grado di produrre dei filmati di alta qualità — per fino in Full HD!
Ma non è di questo che parleremo qui.
e ancora meno del mobilefestival, che se vi interessa lo trovate qui: mobilefestival.it

parleremo qui di D'Onofrio, e della delicatezza e profondità con cui affronta questo tema: lo racconta bene, con un'idea precisa e facendoci scoprire una parte dell'Italia che poco viene rappresentata e che in troppi ci si tappa gli occhi per non vedere.
D'Onofrio non da giudizi, no da pareri e non da neanche soluzioni.
Fa un corto.
A noi spettatori da l'opportunità di parlare però.
Cosa ne pensate?
(per chi leggerà su facebook: a questo link trovate il video di Alberto D'Onofrio http://www.mobilefestival.it/contest/scheda/testimonial/1/Sony+Ericsson+Mobile+Festival)

mercoledì, agosto 31, 2011

Crowdsourcing video per parlare di ciberbullismo e identità on line: Il tuo video per farne parlare.

UserFarm e Omnicom Media Group annunciano il lancio della gara creativa “Il tuo video per farne parlare”, in cui creativi e professionisti videomaker della community di video crowdsourcing di UserFarm Italia sono invitati a caricare i propri video costruiti sui temi del dialogo intelligente e visuale sui temi dell'identità digitale, della reputazione online e della tutela della privacy.
I videomaker e i registi sono invitati a realizzare un video originale, positivo e divertente, che possa parlare ai ragazzi tra gli 11 e i 19 anni e capace di informare e sensibilizzare sui temi della sicurezza online e della navigazione consapevole.
La gara creativa e’ partita il 27 luglio e sarà aperta fino al 16 dicembre, ed è articolata in due fasi in ciascuna delle quali saranno trattate due tematiche differenti: Identità digitale e reputazione online, Tutela della privacy, Adescamento online, Cyber bullismo. Il creativo che presenterà il video vincitore riceverà un compenso di 10 mila euro.

Internet ha cambiato profondamente il nostro mondo, diventando sempre più protesi sensoriale e parte integrante della vita quoditiana. Ormai oltre il 50% della popolazione italiana utilizza quotidianamente la Rete, di cui un 87% è costituito dai giovani e i giovanissimi che utilizzano il Web per svolgere attività di vario genere - condivisione dei contenuti, ricerca d’informazioni, visione dei video online. Il divario tra le generazioni è molto alto, i giovanissimi, definiti “nativi digitali”, sono in grado di muoversi con disinvoltura sulle reti sociali attraversando facebook, usando google e approdando sui vari vertical social network. La ricerche parlano di genitori in lieve difficoltà nel guidare i propri figli nell’utilizzo di Internet e del cellulare. Spesso, i genitori hanno un rapporto di diffidenza con le nuove tecnologie, mentre i figli “smanettano” con gli ultimi gadget tecnologici in maniera sorprendente.

Diventa quindi importante conoscere meglio lo strumento, analizzarne le potenzialità, i vantaggi e conoscere anche gli svantaggi. Questo è l'obiettivo della gara creativa “Il tuo video per farne parlare” — parte integrante delle attività per la riduzione del “Digital Divide Culturale” promosse da Vodafone Italia all’interno del progetto Infamiglia — un portale web che aiuta genitori, nonni e figli ad utilizzare internet, il telefono cellulare e le nuove tecnologie in maniera consapevole e responsabile.

In linea con l'obiettivo di veicolare e diffondere il messaggio per l’uso consapevole, utile e responsabile dell’internet, i videomaker saranno premiati per la qualità, la pertinenza alle tematiche e coerenza rispetto agli obiettivi generali della campagna “Digital Divide Culturale” dei video.

La gara creativa è gestita in partnership tra la social media company TheBlogTV, proprietaria della piattaforma di video crowdsourcing UserFarm, e l'agenzia Omnicom MediaGroup International.

Per maggiori dettagli vi invitiamo a leggere il brief, le condizioni e termini di partecipazione di “Il tuo video per farne parlare” che trovate su http://www.userfarm.com





About UserFarm

UserFarm è la prima piattaforma internazionale di video crowdsourcing, che realizza, attraverso il network di oltre 25'000 video marker professionisti e semiprofessionisti, una vasta gamma di contenuti. Su UserFarm.com Aziende, Agenzie e Broadcaster possono ingaggiare i professionisti del videomaking per realizzare spot pubblicitari, documentari, inchieste, fiction, cartoons, videoclip musicali, o ottenere la copertura di eventi e interviste realizzate da mobile journalist attivi su tutto il territorio.
Sono molte le organizzazioni e le imprese che hanno creduto nelle potenzialità di UserFarm raggiungendo i propri obbiettivi.

UserFarm è di proprietà di TheBlogTV, la social media company attiva in Italia, Spagna, Francia e Regno Unito, che crea valore “partecipativo” coinvolgendo e attivando le community grazie alle potenzialità del web 2.0.

domenica, maggio 22, 2011

che cosa è la destra, che cosa è la sinitra...

Ho assistito, piuttosto basito, anche a questa campagna elettorale che contrappone, sembra, solo stronzate, perché in fondo siamo tutti uguali...

poi arriva Pisapia, che ha il coraggio di dire qualcosa di sinistra, e battere Berlusconi — non la moratti... ma Berlusconi sì — e finalmente ri-scopri le differenze tra destra e sinistra... perché a quelli di destra la paura di poter perdere tira fuori il meglio di se.
(le parole evidenziate... le hanno evidenziate quelli che si professano anti-comunisti, interessante)



Andate a cercare su facebook cosa si dice del programma di Pisapia su questa fan page anti-comunista...


 qui mi piace solo constatare come questi commenti facciano emergere la pochezza di ragionamenti:
- il progresso viene visto come depravazione, l'innovazione come rottura della conformità, le novità come affronto al pudore pubblico.
E' un po' come se mentre invetammo la ruota qualcuno dicesse: ma cosa vogliono fare, ci voglion far rotolare giù per le scarpate?
o col fuoco: ecco che ci bruceranno vivi; o con l'invenzione della casa: ecco che si riparano dal freddo in casa, avranno sicuramente qualcosa da complottare...

e così via, a voi il cliché che più piace.

Ormai l'integrazione con gli altri popoli, che lo vogliate o no, signori miei, è un fatto già avvenuto, l'internet ha abbattuto le barriere, facendo nascere una sola grande nazione, che la si chiami facebook, blogosfera, linkedin o come volete voi... ma all'integrazione non gli si può più sfuggire.
e neanche all'innovazione.
mettetevi l'animo in pace, il tempo in cui si poteva stare immobili — dal '94 ad oggi non è cambiato nulla per la politica — non è più possibile, perché le proteste che hanno interessato la fascia altissima del nord Africa in questi mesi, si sposterà anche in Italia se non iniziamo a rinnovare.

mercoledì, maggio 18, 2011

Che cosa è il crowdsourcing?

Crowdsourcing, crowdsourcing, corwdsourcing.
tutti ne parlano, tutti lo vogliono... ma cosa è?

ecco un ottimo video di presentazione del crowdsourcing.


lunedì, aprile 18, 2011

grande distribuzione, sistema bancario e acqua pubblica

Ieri sera ho ragionato.
sono tre i temi che mi interessano fuori dal mondo del lavoro:
- grande distribuzione;
- sistema bancario;
- acqua pubblica.

GDO: perché mai devono esser quelli che ci guadagnano di più sui prodotti, alla fin fine è come se il corriere (SDA; Bartolini o chiunque vogliate) vi chiedesse il 50% del valore del pacco spedito, solo per trasportarlo; e la GDO non ve lo porta a casa il pacco.

Sistema bancario: è marcio;

Acqua pubblica: perché mai devo pagare 3 euro, al ristorante, 500 ml di acqua? io non voglio quell'acqua, voglio quella del rubinetto...

Ecco, questi sono i tre temi che mi tartassano la testa.
Ne vogliamo parlare?

venerdì, marzo 04, 2011

L'innovazione nelle tue mani

Wuau! :) io amo la realtà aumentata. e questo video merita.


martedì, febbraio 08, 2011

Se non ora quando.

Se non ora quando.

Questi sono i video della "protesta" delle donne — e degli uomini — contro questa disparità di fatto, promulgata dal premier Berlusconi.



E' un po' strano che ci si svegli solo ora, a mio parere. Le contraddizioni in Italia a sfavore delle donne sono tante, e esistono da molto tempo. Ma non è mai troppo tardi, quindi meglio protestare e denunciare questa stato di cose anziché-no. Però sembra che la protesta stia diventando strumentale anziché esser strutturale.



Non mi va di vivere in un Paese in cui le donne non possano avere figli senza rischiarare la carriera —indipendentemente dal suo premier— e non mi va di vivere in un Paese che promuove "chi la da" al presidente del Consiglio.



Ma allo stesso tempo vorrei meno paternalismi e più fatti. anche dai comitati che protestano.



Cavolo, e unitevi le donne e fate un partito di sole donne che abbia delle richieste vere — non le poltrone per intenderci — che promuova una vera svolta — non la parità, ma l'esclusività di esser donne — e che riesca a vincere le sfide del futuro.


lunedì, febbraio 07, 2011

Piazza Wired.

divertente.

Amplify’d from www.flickr.com
Piazza WIRED by Guerrilla Mktg
Piazza WIRED by Guerrilla Mktg
Piazza WIRED by Guerrilla Mktg

Piazza WIRED





Milano - Piazzale Cadorna.

Street guerrilla per la campagna pubblicitaria "Sveglia Italia!" di Wired




Gruppo creativo: Guerrilla Mktg

www.guerrillamktg.it/

Read more at www.flickr.com
 

mercoledì, febbraio 02, 2011

Perché i giovani non hanno tante speranze...

sotto vi riporto stralci "rubati" a un articolo de La Repubblica.



Se gli date un occhio scoprite il solito vil paese di amichetti — e "Capobianco" per gli intenditori di Zalone — che si scambiano i favori con assunzioni, giro di appalti e mettiamoci anche qualche serata bungabungosa.



Cosa c'è di strano dunque e di allarmante?

C'è di strano che non sento indignazione! Bisognerebbe indignarsi e far decadere, seduta stante, una persona dalle proprie cariche pubbliche — fosse anche un impiego alle poste come portalettere o al bar sottocasa — anche se solo dopo che la colpa viene provata giuridicamente.



Quello che invece non da scampo ai giovani, indipendentemente dai vizi di forma e sostanza di alcuni procedimenti, è che essendo sempre i soliti marpioni e figli dei marpioni e mogli dei marpioni a spartirsi incarichi e appalti, loro continuano a "far curriculum" e, alla prossima occasione in cui vinceranno, potranno dire di essere i più accreditati per quel posto di lavoro.



Mentre tu, che un santo in paradiso non cel'hai... magari sei anche giustificata se per arrivare a un impegno civile ti vien voglia di andar a letto con il presidente del consiglio...



E se sei brava, preparata e vuoi concorrere legalmente e lealmente con gli altri, per far valere i tuoi anni di studi, sacrificio e impegno, dovrai lottare con curricula di gente, che ti sorpassa perché il papà gli ha "comparto" il posto nel CdA dell'ACI o di qualche altra società.



E vi ripeto, quello che mi fa incazzare e che queste cose non facciano incazzare anche te.

Amplify’d from www.repubblica.it
Tutti gli affari della famiglia Bertolaso
consulenze d'oro a moglie e cognato
I BONIFICI PER LADY BERTOLASO
"La signora Gloria Piermarini
Il 15 ottobre 2004, 25.650 euro da "Italferr spa". Il 30 maggio 2005, 27.750 ancora da "Italferr". Il 22 settembre 2006, 36.400 euro dalla "Sac", Società appalti costruzioni di Emiliano Cerasi. Il 5 aprile 2007, 24.750 euro dalla "Redim" del Gruppo Anemone".
emergono infatti "giustificativi" intelligibili per spiegare gli oltre 50 mila euro ricevuti dalla signora da una società del Gruppo Ferrovie dello Stato
Bruno Noni, in stretti rapporti con Diego Anemone, si aggiudica i lavori di realizzazione del Nuovo Teatro di Firenze (parte del programma di Celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia) per un importo di 69 milioni e 820 mila euro"
E, guarda caso, "entrambe le gare di appalto (Bari e Firenze) hanno uno stesso presidente di gara: Salvo Nastasi", direttore generale del ministero dei Beni Culturali ed intimo di Guido Bertolaso.
Read more at www.repubblica.it
 

mercoledì, gennaio 12, 2011

Il bookcrossing del crowdsourcing... e i libri raddoppiano. Ora in palio c'è anche il mio.

Mi piace molto l'idea di Zeno Tomiolo. Mi piace a tal punto che oltre a volerla sostenere la voglio rilanciare.



I 6 punti del regomento rimangono uguali.



Chi è il primo che vuol leggere il libro sul Crowdsourcing?

Amplify’d from www.breakingzen.com

Dopo 5-6 persone mi piacerebbe metterlo in libreria ma prima vorrei condividere questa cosa: quando si hanno fortune come questa, non si deve essere soli. It’s always more fun to share with everyone!


Insomma, le regole sono queste:



  1. Si tiene il libro per max due settimane.

  2. Appena lo si riceve, si scrive un post come questo per aprire la successiva selezione.

  3. La selezione si basa su criteri puramente arbitrari di chi ha appena ricevuto il libro.

  4. Consegna a mano (nei limiti), a posta (a carico del destinatario).

  5. Sui libri si possono vergare tutte le note che si vuole purché in matita.

  6. Ritorno al sottoscritto.
See more at www.breakingzen.com
 

lunedì, gennaio 10, 2011

Il 3d sui billboard, stavolta firmati Sky, per il suo 3d

bella l'idea. voi che ne pensate?


pubblicità d'impatto

Il TIR, adibito per l’occasione al trasporto di carrozzine per disabili, è stato fatto circolare per le strade di San Paolo (Brasile) durante il World Day of Remembrance for Road Traffic Victims. Il messaggio è chiaro: “Questo potrebbe essere il tuo prossimo veicolo se bevi e guidi”.

Read more at bloggodunquesono.wordpress.com
Amplify’d from viralmente.blogspot.com
See more at viralmente.blogspot.com
Amplify’d from www.bestadsontv.com






Read more at www.bestadsontv.com
Client:
Agency:
 

Crash-vertise?

non l'ho ben capita... voi cosa ne pensate?

Amplify’d from www.crashvertise.com
CRASHVERTISE makes every car crash a perfect media to successfully spread
your message. Why stage complicated and expensive car crash scenes while everyday with CRASHVERTISE it is possible to take advantage of thousands of road accidents!
See more at www.crashvertise.com
 

mercoledì, gennaio 05, 2011

Come abbiamo comunicato gli auguri quest'anno?

inviatemi le vostre, quelle delle vostre aziende: video, foto, biglietti di auguri. Le aspetto: luca_at_comunitazione.it object: #Aug2011


martedì, gennaio 04, 2011

Mal di Tech di Paolo Ottolina Corriere Della Sera

1) Prenditi uno smartphone. 2) Smettila di usare Internet Explorer. 3) Carica le tue foto nella "nuvola".

4) "Libera" la musica dal tuo computer.

5) Fai back up dei tuoi dati.

6) Fatti un account su un disco virtuale,

7) Prenditi un antivirus gratis. 8) Scegli un contratto migliore per le tue connessioni,

9) Compra un sacco di alimentatori.

10) Ricalibra il tuo tv HD.


Aumenti congiunturali...

Al minuto 2e40 di questo video trovate un po' di spiegazioni...




Il ministro della funzione pubblica (quello che ha deciso il blocco di assunzioni e aumenti di stipendio) dichiara che non c'è stato alcun aumento di prezzo. E che la crisi è finita.



Certo che è finita la crisi Pirla, le aziende ormai son chiuse, chi vuoi che abbia la crisi?

Amplify’d from www.corriere.it
ROMA - A dicembre 2010 l'indice dei prezzi al consumo in Italia è cresciuto dello 0,4 per cento rispetto al mese di novembre e dell'1,9 per cento rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Lo comunica l'Istat, in base alle stime provvisorie, da cui emerge come gli aumenti congiunturali più significativi dell'indice si sono verificati per i capitoli Trasporti (più 1,4 per cento), Comunicazioni (più 0,6 per cento) e Ricreazione, spettacoli e cultura (più 0,5 per cento).
Read more at www.corriere.it
 

C'è la crisi, c'è la crisi... e poi la gente i soldi se li spara così...

Cioè... ma un minimo di senso quando si spendono i soldi no eh! e va beh, son tuoi ci fai quel che vuoi... sparateli pure in petardi, ma se poi perdi una mano non lamentarti con me, per me potrebbero costarti anche un occhio della testa.



Ma che poi mi fai crollare un monumento del 600 no! mi incazzo e ne ho tutti i diritti per arciderbolina.

Amplify’d from www.ilmattino.it

Crolli per i botti, chiusi i Gerolamini
Danni alla chiesa del ’600/ Le foto

NAPOLI (2 gennaio) - La prima miccia accesa che non era ancora mezzanotte, il lancio preciso sul tetto della chiesa, il boato violentissimo. E subito vetri in frantumi. Poi altre micce accese, altri boati: dieci, venti, cinquanta.

Tutti lassù, di fianco al campanile dei Gerolamini. E ad ogni esplosione, dentro la chiesa del seicento un pezzo di storia si staccava dal soffitto, uno stucco antico volava giù e finiva in frantumi. E ad ogni spostamento d’aria un lesione in più si mostrava nella parte alta della struttura, una crepa si allargava, una frattura diventava più evidente.
Read more at www.ilmattino.it
 

lunedì, gennaio 03, 2011

Governicchio la parola del mese di ottobre

Governicchio contiene una parola importante o “universale” ma la modifica a vantaggio dell’utente, agevolandone le capacità di decodificazione.


Google è ciò che la gente fa.

Cosa è successo nel 2010, attraverso le ricerche degli utenti.
Geniale dimostrazione del prodotto.

Dimostrazione dello strapotere nei confronti della concorrenza.
Determinazione del primato.
sillogismo: la gente cerca. google risponde. la gente cerca su google. google è ciò che la gente cerca.
Google è ciò che la gente fa.


Aggiornamenti da Comunitàzione.it